Questa notizia è stata letta 228 volte

E’ stato inaugurato a Cinquefrondi il Villaggio di Natale, iniziativa voluta dall’Amministrazione comunale che ha coinvolto associazioni, commercianti e tanti cittadini, che hanno collaborato per la sua riuscita. Dopo una preparazione durata diverse settimane e alla quale hanno preso parte anche molti cinquefrondesi, oltre ai giovani arruolati dal Servizio civile del Comune, nel giorno dell’Immacolata il sindaco Michele Conia ha aperto ufficialmente questa singolare iniziativa. E’ la prima volta infatti che a Cinquefrondiil Natale viene movimentato con una iniziativa che, alla lontana, ricorda i mercatini di Natale tipici dell’Alto Adige e di altre regioni del nord, che ogni anno richiamano migliaia di visitatori. Un modo come un altro per creare un clima di allegria e di festosità in un paese altrimenti sonnacchioso spingendo le persone ad uscire di casa.

Una grande stella cometa all’ingresso della villa comunale dà il benvenuto ai visitatori, poi lungo i viali e vialetti di questa grande opera pubblica, voluta e realizzata quasi un secolo fa dal leggendario sindaco-podestà Francesco Della Scala, luminarie e decorazioni di ogni genere hano accompagnato le tante persone  presenti, che si sono poi sparpagliate fra una visita agli stand gastronomici e commerciali e ai giochi per i ragazzi.

Non sono mancati i bandisti cittadini, ad allietare i presenti con la loro musica, e poi lo spettacolo del mangiafuoco e le artistiche decorazioni luminose della zona del laghetto e il viale del vischio, mentre altre sorprese sono in serbo per i prossimi giorni. C’è da sperare che in tanti, paesani e dai centri vicini, vengano nel nostro paese a passare qualche ora nel Villaggio di Natale che resterà aperto per tutto il periodo delle feste.

Molti anni fa c’era la tradizione nel periodo natalizio di andare a visitare gli storici presepi di san Giorgio Morgeto, quello meccanico e spettacolare per quei tempi, che veniva allestito in un locale nella piazza del paese, e quello artistico dei frati del convento. Da tutti i paesi della Piana la gente andava a San Giorgio. Ora questa prima iniziativa cinquefrondese è auspicabile sposti il flusso di visitatori della PIana verso il Villaggio di Cinquefrondi, facendo del nostro paese un centro di attrazione e di curiosità.

A giudicare dalle foto e dai video  pubblicati sui social è sembrato di non vedere un presepe o un riferimento diretto alla Natività di Gesù, ma potrebbe essere una disattenzione del fotografo o di chi scrive. D’altra parte è difficile immaginare una festa del Natale, cioè della nascita di Gesù, senza un accenno allo stesso Gesù. In caso contrario cosa ci sarebbe da festeggiare ?

Negli anni scorsi in paese era possibile visitare la cosiddetta strada dei presepi, lungo l’itinerario che dalla Chiesa Matrice conduce alla chiesa del Rosario e poi a quella del Carmine: nell’occasione tante famiglie e associazioni hanno dato vita a bellissime rappresentazioni della nascita di Gesù, secondo l’antica tradizione avviata da san Francesco d’Assisi. Era bellissimo vedere tante persone passare da una casa all’altra, da un basso all’altro per ammirare le scene della Natività allestite con tanta creatività e amore dai nostri paesani. Quest’anno sembra che l’iniziativa non sia stata ripetuta, peccato. Comunque quest’anno c’è il Villaggio di Natale, chi può se lo goda e ci porti i bambini, perchè comunque un pò di allegria e di gioiosità non ha fatto mai male a nessuno.

 

Foto tratte da fb

Non è possibile copiare il contenuto di questa pagina.