Questa notizia è stata letta 245 volte

Suor Maria Concetta, un mese dopo. La suora cinquefrondese ha ripreso la sua vita di sempre nella casa di Urbino dove le suore della carità si occupano, fra l’altro, di uno studentato e collaborano con le attività della parrocchia. La giovane donna cinquefrondese che appena 30 giorni fa ha professato i voti perpetui, cioè ha detto il suo sì definitivo alla vita religiosa, ha preso dunque la sua strada nell’impegno di apostolato, accoglienza e carità nel nome di Cristo.

Con la laurea che si ritrova, le lingue straniere che conosce e le altre qualità umane e di fede che in questi anni ha mostrato di possedere, suor Maria Concetta rappresenta una grazia e una benedizione per la Chiesa tutta e anche per la nostra piccola comunità, e siamo certi che ovunque andrà nel mondo saprà fare la sua parte.

Quella del 27 settembre scorso, come ben sa chi era presente, è stata un cerimonia toccante, presieduta dal vescovo di Oppido-Palmi nons. Francesco Milito e organizzata dal parroco di Cinquefrondi don Serafino Avenoso nella Chiesa matrice. Oltre ai familiari e agli amici di sempre, tanta gente era presente, in segno di affetto o per curiosità, o comunque per non mancare a un evento storico per Cinquefrondi che da tempo immemorabile non ricordava una nostra compaesana farsi suora.

Oggi per il tramite di questo sito, suor Maria Concetta ha voluto rivolgere un suo speciale saluto al nostro paese e a tutti coloro che hanno partecipato alla sua festa per la professione dei voti perpetui.

Ecco le sue parole:

“Cari tutti, esattamente un mese fa ho vissuto un giorno molto speciale: la professione solenne entrando così a far parte per sempre delle Suore della Carità di Santa Giovanna Antida. Ho vissuto emozioni uniche che porterò con me per tutta la vita. Vorrei ringraziare il Vescovo S. E. Mons. Francesco Milito, il parroco Don Serafino, e i sacerdoti intervenuti; don Daniele, don Antonino, don Alessandro, don Michele, Padre Raffaele per aver condiviso con me questo momento importante. Ringrazio il Sindaco Michele Conia intervenuto insieme ad alcuni membri della giuta comunale. Ringrazio il coro parrocchiale e tutte le persone che hanno partecipato alla celebrazione per la loro preghiera e la loro vicinanza. Ho ricevuto tanta accoglienza da parte del mio paese che sempre porterò con me, fiera di essere cinquefrondese”.

Non è possibile copiare il contenuto di questa pagina.